sabato 28 gennaio 2012

Veneti senza passato....e presente? Dove vive il veneto?


SEGUSINO
Meravigliosa Valle dei Mulini a Segusino


Un Veneto di veneti senza passato e presente?

Veneto terra di Venezia?
Che sventura in questa terra distrutta da secoli di sonno al servizio dei signori ottusi ed egoisti di una città presuntuosa come Venezia che ha rubato il cadavere del suo santo in Turchia e ha lasciato cadere come avversario L' odiato l'Impero di Bisanzio. Tanto odio per ingordigia di potere al servizio del campanile e Venezia città ottusa e già cadavere duecento anni fa.
Cosa ha dato Venezia al Veneto e alla sua gente?
Venezia ha spento in 900 anni di potere ogni identità alla gente veneta. Ha trasformato la sua gente in servi ignoranti e ligi al padrone.
 Servi senza palle.
 Ignoranza, paura, senza più ricordi o amore per la loro terra. Resi miserabili e affamati e indifesi dal nuovo regno d'Italia che li ha affamati ancora di più facendone profughi sperduti per il mondo.

Veneti impotenti e confusi che ancora oggi non sanno costruire una loro identità.
I veneti non amano la loro terra: non sanno più guardare alla Natura con conforto e amore. Forse amano come una volta solo il campanile della loro piazza?
E riunirsi una volta all'anno a festeggiare la festa della birra con la pancia sazia di patatine e salsicce?
E il giorno dopo passare le ore vuote a parlare male del governo e del vicino di casa che forse si è vantato troppo dei soldi che ha fatto col suo sudore?
Servi che litigano con altri servi e con gran paura di essere castigati dai padrone?
 Non parlano della loro anima derubata per non spaventare il vero padrone del campanile?

Pagliacci e buffoni veneti, Gian Berra, 2002







Il padrone dei servi si copriva d'oro






Nessun commento: